Fabio Gianoli

INTERIOR DESIGNER

Fabio Gianoli


ilgiano[at]hotmail.it

0039-348 7627047

Skype. fabiogianoli81

“L’armadio dell’uomo moderno”

Oltre l’armadio il sogno, dietro all’anta il maggiordomo.

Ispirato ad un elegantissimo armadio da viaggio ideato per Gabriele D’Annunzio e denominato “L’armadio dell’uomo moderno”, prende vita questo nuovo progetto disegnato dall’architetto Fabio Gianoli + HABITS e voluto da Arbiter in collaborazione con V-ZUG, l’azienda svizzera che ha fatto del connubio tra tecnologia e vapore la propria innovazione.

Refresh Butler il nuovo maggiordomo per la vera cura degli abiti; una porzione dell’armadio nata per prendersi cura al meglio dei vestiti: rinfrescarli, asciugarli, igienizzarli. Per vestire in modo impeccabile l’uomo di un tempo così come l’uomo moderno. L’innovazione di un oggetto come il Refresh Butler, affiancato alla capacità manuale della costruzione di un progetto su misura come quella del team di Haidacher, costruttore della cabina armadio, ci riporta proprio a Firenze, terra delle botteghe rinascimentali, con questo progetto nato nel 2018, ma degno delle cinquecentesche capacità di trarre il meglio dai progetti e dalle squadre artigiane. Lusso e tecnologia, funzionalità e vanità, pulizia e amore per i propri vestiti: sono solo alcuni dei presupposti da cui è nato il progetto.

Quante cabine armadio sempre più vengono costruite nelle nostre case, senza però che siano in grado di custodire perfettamente gli abiti che hanno bisogno di una cura particolare: quelli fatti su misura, o quelli vintage che non possono essere portati in lavanderia, quelli da scena o semplicemente quelli che amiamo di più e ai quali vogliamo dedicare una cura ulteriore. Una cura data dall’igienizzazione, la possibilità di togliere gli odori fastidiosi come quelli di fumo e fritto, eliminare le pieghe senza doverli stirare, una cura come una carezza.

Esistono strumenti per conservare il cibo, il vino, casseforti per gli oggetti preziosi, cassette di sicurezza… ma per gli abiti?
Uno dei beni per i quali le persone spendono di più perché non deve avere la propria cassaforte? Ecco che nasce Refresh Butler: il maggiordomo che si occupa alla perfezione dei vestiti più amati. Un’anta dell’armadio che apre un mondo di cura, profumo, igiene, bellezza in una cabina armadio che esprime benessere, funzionalità, armonia e stile.

Per arrivare ad un risultato di così pregevole fattura è stata fondamentale e preziosa la collaborazione dell’avvocato napoletano Giancarlo Maresca, esegeta dell’immaginazione maschile e storico collaboratore di Arbiter; le sue parole raccontano benissimo le volontà e le finalità del progetto: “Questo armadio è pratico ed estetico, deve contenere gli abiti più lisi e le scarpe con i tacchi più consumati del guardaroba di un uomo: infatti sono gli abiti a sapere i gusti dell’uomo”.
Design: Fabio Gianoli + HABITS
Esecuzione: Haidacher
Committenti e partner: Arbiter, Frigo2000, V-ZUG

Abiti: Borsalino, M. Cilento 1870, Drumohr, Herno, Maglia, Moreschi, Persol, Sciamat, Sonrisa, Toscanini, Valstar, Villa

 

Tutto questo progetto è iniziato quando sono stato colpito dalle fotografie scattate ad un vecchio armadio-baule da viaggio ideato da D’Annunzio, qualche anno fa.
Un progetto realizzato da un artigiano di Cantu e presentato alla 6° Triennale di Milano dove il Poeta aveva creato il suo modo di raccogliere i suoi vestiti più utili.
Fu chiamato “L’armadio dell’uomo moderno”.
L’ho trovato geniale e mi sono messo all’opera per immaginarne una versione contemporanea, una versione 2.0, tecnologica.
L’incontro con V-ZUG ha portato a considerare l’inserimento al suo interno del nuovo sistema dedicato alla igienizzazione degli abiti “refresh Butler”.
Il progetto attuale è pensato come un sistema armadio componibile per contenere non tutti gli abiti di un uomo ma tutti i vestiti e i complementi preferiti,
quelli a cui dedicare una maggiore attenzione, quelli di tutti i giorni, quelli veri le vere passioni, l’eccellenza dei suoi vestiti.
-L’eccellenza dei tuoi vestiti- quasi come fossero dei pezzi di una collezione.
Ogni uomo ha delle passioni, ogni uomo è vanitoso.

Il progetto avrà un rimando alle attenzioni progettuali “classiche” del primo storico progetto ( materiali, dettagli costruttivi interni ).
L’armadio sarà interamente in legno, avrà un primo aspetto abbastanza semplice, rigoroso, classico questo per puntare alla visione del suo interno
e quindi al “refresh butler”. Un “maggiordomo” tecnologico che rinfresca, stira e igienizza gli abiti al suo interno.

Data l’importanza dell’oggetto va pensato come un elemento da poter customizzare per ogni diverso cliente, esterno e interno.

Ma nelle mia visione soprattutto esterne e renderlo un mobile\mobìle dove le 3 ante all’esterno diventano 3 grandi monitor in vetro nero,
come fossero degli smartphone completamente touch.

L’anta centrale si occuperà della gestione del Butler, apertura e chiusura, illuminazione interna ed esterna ;
Anta sx monitor touch\ widget : tv, meteo, agenda, info borsa, news, collegato al calendario del cliente !
Anta dx monitor touch dedicato alla parte intera dell’armadio :
riconosce cosa c’è all’interno, funge da specchio e suggerisce lo stile prima di uscire, ha una app dedicata agli acquisti possibili,
suggerisce i match su come vestirsi in base al clima, agli impegni della giornata, agli impegni della settimana, …

Una ricerca tra tecnologia e armadio del futuro prossimo, seguendo le evoluzioni del mondo elettrodomestici.

  • Date : 19 aprile 2020